(…)
Forse per la caccia o il diporto fatta,
ma presto trasformata e all’uopo atta,
perché su te potesse agilmente salire
chi l’universo bramava solo di scoprire
(…)

Si narra che dal 1593, per 18 anni Galileo Galilei, ospite della nobile famiglia Trento, frequentò la Specola di Costozza.
Qui osservò Giove, studiò i pianeti e le comete; è però assolutamente certo che ancor oggi guardare le stelle dalla Specola sia uno spettacolo straordinario
Abbiamo acquisito la Specola e le terre circostanti con il Monte Croce, per farne l’immagine più rappresentativa del passato che diventa futuro. La vite qui trova un luogo ideale dove si sviluppa la produzione dei nostri vini più pregiati. Perché i sogni crescono…